previous arrowprevious arrow
La Politicità Sociale, nuova frontiera della politica
La Politicità Sociale, nuova frontiera della politica

L’espressione “politicità sociale”, che non esiste nel lessico filosofico e politologico, indica il grado di diffusione di coscienza, strumenti e forme politiche presenti nella società civile intesa come sfera distinta dai luoghi statali o sovrastatali ovvero dalle istituzioni che hanno il potere di prendere decisioni per tutti.

Un contributo di Pino Polistena

Baumann
Hanna Arendt
Hanna Arendt
Appello_partiti.png
Appello_partiti.png
Petizione_img.png
Petizione_img.png
next arrownext arrow

Il Blog

Ci capita spesso di vedere le nostre tesi etichettate come "inutili" o quantomeno considerate come semplici "questioni filosofiche".

Tentiamo quindi di spiegare che i cambiamenti che proponiamo alle forme della politica non solo sono necessarie, ma soprattutto sono anche concrete, molto concrete!
La contrapposizione infatti fra azioni “concrete” e “filosofiche”, che alcuni fanno, non è giustificata, nè pertinente. Anzi, ci sentiamo di ribaltare la domanda chiedendo se sia meglio curare una malattia o semplicemente alleviarne i sintomi.
Spesso abbiamo l’impressione infatti che con il termine “azioni concrete” si intenda sempre, di fatto, "affrontare le emergenze", che sono sintomi, ma senza occuparci delle cause, che sono le vere patologie.

Per tentare di chiarire la posizione di Forme&Riforme, proviamo a ricorrere ad una similitudine, che viene dall'esperienza questa volta veramente concreta di uno di noi. Giusto per provare a spiegare meglio.

Pensate ad un bambino che, nei suoi primi anni di vita, è colpito ad una serie di otiti, almeno una dozzina di episodi dolorosi e pericolosi per l'udito stesso. Ogni volta il medico gli prescrive i più moderni antibiotici, per combattere l'infiammazione e scongiurare complicazioni. All'ennesima crisi, l'ennesimo medico consultato ha un'intuizione: questa predisposizione alle otiti poteva dipendere da una malformazione dei condotti, che favorisce il ristagno di liquido, che poi porta alla proliferazione di batteri infetti. Si decide di intervenire con un apparecchio funzionale e specifici esercizi. Lasciamo alla vostra immaginazione la conclusione della storia: una piccola modificazione della "forma" dei condotti, ha messo fine ad una serie interminabile di "emergenze" infiammatorie e dolorose (e sempre più gravi). Con grande risparmio di farmaci e di danni collaterali.

Quale è stata quindi la cura “concreta”? L’antibiotico prescritto ad ogni otite, con tutte le controindicazioni e complicazioni del caso, o l’intervento strutturale che ha riportato ad una "forma" fisiologica i condotti?

Tutto questo per spiegare che spesso, se non sempre, ci fermiamo ad analizzare ed a curare i sintomi, ma non ci occupiamo mai delle patologie, delle cause che provocano quei sintomi.

Siamo d’accordo che un incendio debba essere spento il più velocemente possibile e con qualsiasi mezzo, ma dopo decine e decine di incendi, non dobbiamo iniziare a chiederci se ci sia un modo per prevenirli? Tutti noi probabilmente siamo stati dei vigili del fuoco, ognuno con la propria sensibilità, in ambiti diversi, abbiamo cercato di risolvere problemi ed emergenze per il bene comune, ma ora dobbiamo provare a chiederci quali siano i problemi alla radice, le cause patologiche che hanno generato quelle emergenze.

Noi di Forme&Riforme crediamo che si debba iniziare a cambiare le "forme".

 

Commenta (0 Commenti)
Quando Craxi divenne Presidente del Consiglio, dichiarò di essere entrato nella stanza dei bottoni, ma di non aver trovato il potere di agire.
L'affermazione fu incomprensibile per molti, perchè lui era un professionista della politica e avrebbe dovuto avere più dimestichezza con le istituzioni politiche.
Commenta (0 Commenti)

Riuscire a comunicare, a diffondere il concetto di "forma" non è semplice.
Dentro la nostra testa, ogni volta che vediamo qualcosa che non va, pretendiamo un cambiamento nei "comportamenti" (delle persone), ma la realtà sociale è fatta anche, e forse soprattutto, di "forme", che molti chiamano anche 'strutture', o 'dispositivi', o anche più semplicemente 'contenitori'.

Commenta (0 Commenti)
Da dove viene il concetto di "forma"?
Esso viene da una grande tradizione filosofica e sociologica che  ha introdotto i concetti di "sistema" e di "struttura" che sono i progenitori del concetto di forma.
Non è questo il luogo per ripercorrere questo affascinante tragitto, mi limito semplicemente a dire che utilizzare questi concetti è stato fondamentale per gli studi sociali (Parsons, Easton,Levi-Strauss, Foucault e Luhman sono solo i nomi più famosi tra i molti che hanno contribuito a creare questi concetti).
Commenta (1 "Commento")

(Edizione 03 del precedente scritto "Genetica delle Istituzioni moderne -2"  - data 25 maggio 2021)

Istituzioni e modernità


1) La tesi generale

Il percorso storico-culturale che affrontiamo cerca di validare la tesi secondo cui le nostre istituzioni non possono funzionare adeguatamente, non a causa dei comportamenti contingenti delle persone ma a causa delle forme storiche mediante le quali si  sono sviluppate.

Commenta (0 Commenti)

I Paninari nascono negli anni ’80 a Milano; nel bar Il Panino (foto in bianco e nero qui sopra). Diventano una moda di costume nel vestiario, nell’oggettistica, nelle espressioni gergali, fino a diventare un vero cliche’ (celebrato nel programma cult TV: Drive In).

Commenta (0 Commenti)

(Edizione 02 del precedente scritto "Genetica delle Istituzioni moderne"  - data 8 maggio 2021)

Il percorso storico-culturale che affrontiamo cerca di validare la tesi secondo cui le nostre istituzioni non possono funzionare adeguatamente, non a causa dei comportamenti contingenti delle persone ma a causa delle forme storiche mediante le quali si sono sviluppate.

Commenta (0 Commenti)

To lead: condurre.
Colui che conduce, che ha la forza, la capacità, il carisma per condurre, nell’italiano imbastardito, inglesizzato, dal latente senso di inferiorità che abbiamo per ogni forma di esterofilia, anche lessicale, diventa il leader.

Commenta (0 Commenti)

Pagina 1 di 4

Iscriviti alla nostra Newsletter:
(tutti i campi sono obbligatori)

 
Confermando l'invio si acconsente al trattamento dei propri dati da parte di Forme & Riforme, che si impegna a non utilizzarli se non per l'invio della Newsletter
 

F&R a MI Partecipa

Forme & Riforme ha partecipato al Convegno "Milano Partecipa", organizzato dal Comune di Milano e Fondazione Cariplo

Qui trovate il video del nostro contributo

Civil Week

Forme & Riforme
a CIVIL WEEK

Dialoghiamo per costruire il nostro futuro - Giugno 2020

 - Magistratura Indipendente
 - Un partito forte
 - L'ente mediano
 - Politici professionisti o professionali?
 - Perchè le istituzioni non funzionano

I siti che seguiamo