previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Il Blog

La pandemia e le sue ricorrenti ondate ci hanno fatto giustamente dimenticare, o quanto meno mettere in secondo piano, uno degli aspetti della politica che regolarmente attirava le maggiori attenzioni: le elezioni amministrative.
Al grido: "ma tanto sono consultazioni locali", tutti i partiti si attrezzavano e si preparavano ad analizzarne i risultati per trarne indicazioni e previsioni per il livello maggiore, quello nazionale.

Ma se è calata l'attenzione dei media e di conseguenza quella dei cittadini, non è diminuita l'attenzione dei partiti verso questo appuntamento, ritenuto fondamentale per capire lo stato di salute di ciascun contendente. Per di più, nella prossima tornata, prevista per la fine di settembre 2021, si sono concentrate le contese per la poltrona di sindaco delle maggiori città italiane: Roma, Milano, Napoli, Bologna e Torino, più un'altra quindicina di capoluoghi di provincia ed oltre un migliaio di altri comuni, per un totale di circa 10 milioni di votanti, il 20% del corpo elettorale italiano.

E' naturale quindi che i partiti considerino molto importante l'appuntamento, sfoderando il solito repertorio di azioni che, se pur non vietate per legge, dimostrano la scarsa considerazione verso le istituzioni e verso i cittadini. 
Stiamo parlando della proliferazione di candidature tra chi non dovrebbe assumerne di nuove, ricoprendo già una posizione elettiva non ancora conclusa.

E così tra i candidati sindaci e i candidati consiglieri comunali compaiono Deputati, Senatori, Consiglieri regionali e ogni altro tipo di eletti in precedenti votazioni, con la reale prospettiva di dover interrompere un mandato ancora in essere che precedenti elettori avevano assegnato, almeno nei casi in cui la legge preveda la incompatibilità tra i ruoli.

Questo comportamento è rivelativo di una situazione patologica generale (di una "forma" patologica) la cui gravità consiste anche nella "normalità" con cui viene considerata: nessuno scandalo a livello giornalistico o civile, nessuna critica a livello partitico (perchè tutti i partiti utilizzano lo stesso metodo) e neppure alcuna coscienza critica nella cosiddetta società civile, nonostante tutti possano capire che interrompere un mandato (che a sua volta comporta una sostituzione spesso costosa e complicata) per assumere un nuovo compito sia non solo inefficiente, ma anche dannoso nei confronti di un'idea di politica responsabile e matura.

Siamo ancora agli inizi del periodo preparatorio delle candidature, che non sono ancora del tutto definite.
Noi di Forme&Riforme stiamo però già raccogliendo informazioni per fornirvi, in tempo utile prima delle votazioni, un quadro completo di questa grave forma di abuso e di disprezzo nei confronti degli elettori.

Partendo dai candidati sindaci nelle città metropolitane e città capoluogo, analizzeremo ogni candidatura e forniremo un quadro completo di questa pratica patologica ormai diffusa in tutti i partiti a tutti i livelli, per dare agli elettori gli strumenti giusti per  esprimere un voto informato e responsabile.

Tornate quindi a trovarci di tanto in tanto, per avere tutte le informazioni aggiornate sulle prossime elezioni amministrative.

Commenta (0 Commenti)
Da dove viene il concetto di "forma"?
Esso viene da una grande tradizione filosofica e sociologica che  ha introdotto i concetti di "sistema" e di "struttura" che sono i progenitori del concetto di forma.
Non è questo il luogo per ripercorrere questo affascinante tragitto, mi limito semplicemente a dire che utilizzare questi concetti è stato fondamentale per gli studi sociali (Parsons, Easton,Levi-Strauss, Foucault e Luhman sono solo i nomi più famosi tra i molti che hanno contribuito a creare questi concetti).
Commenta (1 "Commento")

(Edizione 03 del precedente scritto "Genetica delle Istituzioni moderne -2"  - data 25 maggio 2021)

Istituzioni e modernità


1) La tesi generale

Il percorso storico-culturale che affrontiamo cerca di validare la tesi secondo cui le nostre istituzioni non possono funzionare adeguatamente, non a causa dei comportamenti contingenti delle persone ma a causa delle forme storiche mediante le quali si  sono sviluppate.

Commenta (0 Commenti)

I Paninari nascono negli anni ’80 a Milano; nel bar Il Panino (foto in bianco e nero qui sopra). Diventano una moda di costume nel vestiario, nell’oggettistica, nelle espressioni gergali, fino a diventare un vero cliche’ (celebrato nel programma cult TV: Drive In).

Commenta (0 Commenti)

(Edizione 02 del precedente scritto "Genetica delle Istituzioni moderne"  - data 8 maggio 2021)

Il percorso storico-culturale che affrontiamo cerca di validare la tesi secondo cui le nostre istituzioni non possono funzionare adeguatamente, non a causa dei comportamenti contingenti delle persone ma a causa delle forme storiche mediante le quali si sono sviluppate.

Commenta (0 Commenti)

To lead: condurre.
Colui che conduce, che ha la forza, la capacità, il carisma per condurre, nell’italiano imbastardito, inglesizzato, dal latente senso di inferiorità che abbiamo per ogni forma di esterofilia, anche lessicale, diventa il leader.

Commenta (0 Commenti)

Art. 67 Costituzione Italiana:
Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

I motivi per cui i Costituenti italiani indicarono chiaramente l’assenza di qualsiasi vincolo di mandato sono abbastanza noti e sufficientemente studiati.

Commenta (0 Commenti)

Pagina 1 di 3

Iscriviti alla nostra Newsletter:
(tutti i campi sono obbligatori)

 
Confermando l'invio si acconsente al trattamento dei propri dati da parte di Forme & Riforme, che si impegna a non utilizzarli se non per l'invio della Newsletter
 

F&R a MI Partecipa

Forme & Riforme ha partecipato al Convegno "Milano Partecipa", organizzato dal Comune di Milano e Fondazione Cariplo

Qui trovate il video del nostro contributo

Civil Week

Forme & Riforme
a CIVIL WEEK

Dialoghiamo per costruire il nostro futuro - Giugno 2020

 - Magistratura Indipendente
 - Un partito forte
 - L'ente mediano
 - Politici professionisti o professionali?
 - Perchè le istituzioni non funzionano

I siti che seguiamo